Siracusa, Santuario Madonna delle Lacrime. Concerto dell’Epifania  “Venite Adoremus”, venerdì 5 alle 20,30 si esibiranno tre cori: Coro Polifonico Europeo “Giuseppe De Cicco”, la corale “Tetracordus” e il coro giovanile “10 in condotta”.

Siracusa, Santuario Madonna delle Lacrime. Concerto dell’Epifania “Venite Adoremus”, venerdì 5 alle 20,30 si esibiranno tre cori: Coro Polifonico Europeo “Giuseppe De Cicco”, la corale “Tetracordus” e il coro giovanile “10 in condotta”.

image_pdfPDFimage_printPrint

SIRACUSA – “Venite Adoremus”. E’ il titolo del concerto dell’Epifania che si svolgerà venerdì prossimo alle 20,30,  nel salone “Giovanni Paolo II del centro convegni della Basilica della Madonna delle Lacrime di Siracusa. Ad esibirsi tre cori: il Coro Polifonico Europeo “Giuseppe De Cicco” diretto dal maestro Maria Carmela De Cicco, la corale “Tetracordus” diratto dal maestro Lucia Franzò e il coro giovanile “10 in condotta”  del maestro Maria Laura Mizzi. Il concerto è stato promosso  e organizzato dal Santuario Basilica Madonna delle Lacrime guidata dal rettore don Aurelio Russo ed inserito nel contesto delle celebrazioni natalizie e degli appuntamenti  organizzato dal Santuario. Intanto il giorno della Solennità della Madre di Dio, l’arcivescovo di Siracusa Mons. Salvatore Pappalardo ha presieduto la celebrazione eucaristica con la presenza dei presbiteri del Santuartio. Durante la Messa è stato  celebrato il momento di lode “Buon anno con Maria”, tra canti della tradizione natalizia e la recita delle preghiere contenute nel Calendario 2018 della Rivista “Madonna delle Lacrime”. I canti – magistralmente eseguiti dalla “Schola Cantorum Madonna delle Lacrime” diretta dal maestro  Ivan Manzella, con all’organo il maestro  Giulio Mirto e con la partecipazione straordinaria della Soprano Mirella Furnari, hanno dato vita a un momento di intensa preghiera. Scopo dell’iniziativa: dare lode al Signore attraverso la Madonna delle Lacrime e affidare alla sua protezione le famiglie della Città e della Chiesa siracusana. “Intensa spiritualità – ha detto il rettore del Santuario don Aurelio Russo – sotto il manto di Maria Santissima e con le preghiere composte in Suo onore da Cardinali, Vescovi e Sacerdoti”.  Sabato 6 e domenica 7 si svolgerà la raccolta di alimenti per la casa della carità del Santuario.

 

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: