“OGNI COSA SA DI TE”: L’INTERVISTA A GRETA ZUCCOLI

“OGNI COSA SA DI TE”: L’INTERVISTA A GRETA ZUCCOLI

image_pdfPDFimage_printPrint

In rotazione radiofonica dal 5 febbraio, “Ogni cosa sa di te” è il brano con il quale Greta Zuccoli parteciperà, nella categoria “Nuove Proposte”, alla 71° edizione del Festival di Sanremo, che si terrà dal 2 al 6 marzo 2021.

Intima ed elegante, “Ogni cosa sa di te” privilegia la dimensione verticale, tendendo a quell’infinito di cui canta Greta; tendendo, ovvero, a quella luce che possiamo, però, trovare anche in chi ci sta accanto. E in questo caso, è un tendere all’altro, al suo cuore, alla sua interiorità.

“Mi piace pensare che attraverso la musica io riesca a sciogliere tutti i miei contrasti; a mettere insieme le diverse sfumature di quello che sono; a tracciare un confine per, poi, cancellarlo e spingermi sempre oltre i miei limiti”.

Empatia: è questa, a mio parere, la parola chiave per entrare nel mondo, a tratti onirico, di questo brano. La voce di Greta è magnetica e sublime. Il sentimento, invece, si lascia cullare dalle soavi armonie che caratterizzano il brano.

Il videoclip, per la regia di Ludovico Di Martino, affronta il tema delle distanze che ci separano dall’altro e che, a volte, ci sembrano incolmabili. “I due amanti ( i ballerini Giulia Federico e Adriano Bettinelli, nda.), in un primo momento, non hanno alcuna interazione con me, a rappresentare un ricordo che sembra esistere solo nella mia mente. Ma, pian piano, quel ricordo prende vita, colmando ogni distanza, e inizia a prendersi cura di me, guidandomi verso una nuova consapevolezza. In quell’abbraccio finale, per un attimo, mi riconcilio con me stessa. Da lì, parte la mia rivoluzione.

 

ASCOLTA L’INTERVISTA A GRETA ZUCCOLI:

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone