25 Aprile, Lentini celebra la Festa della Liberazione e la medaglia d’oro al valor militare dott. Luigi Briganti. Per la prima volta, dopo 73 anni in corteo i marines della Base militare americana di Sigonella.

25 Aprile, Lentini celebra la Festa della Liberazione e la medaglia d’oro al valor militare dott. Luigi Briganti. Per la prima volta, dopo 73 anni in corteo i marines della Base militare americana di Sigonella.

LENTINI – I Marines, i militari americani  in servizio alla Base di Sigonella, questa mattina, hanno partecipato per la prima volta dopo 73 anni, dalla Liberazione, alla Festa della Liberazione che si celebrata in piazza della Resistenza.  I marines, accompagnati dal responsabile esterno delle comunicazioni Alberto Lunetta sono stati accolti dal sindaco di Lentini Saverio Bosco, dalla Francesca Policastro Briganti, consorte della medaglia d’oro al valor militare Luigi Briganti, dal presidente dell’Istituto Nastro Azzurro di Lentini Ivan Grancagnolo e  dalle autorità civili, militari e dall’associazionismo di Lentini e Carlentini tra cui una delegazione di soci dell’associazione nazionale combattenti e reduci, guidati dal cavaliere Alfio Caltabiano.  Il corteo organizzato dal presidente dell’Istituto Nastro Azzurro Ivan Grancagnolo,  è stato aperto dai  labari delle associazioni combattentistiche d’Arma e dalle delegazioni dei militari in congedo, da polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia municipale.  Il sindaco Saverio Bosco ha deposto una corona d’alloro davanti al monumento che ricorda Luigi Briganti “Fortunello” venne liberato solo grazie a uno scambio con alcuni ufficiali tedeschi catturati dai partigiani che si spense il 5 aprile 2006, assieme alla vedova Briganti Francesca Policastro, poi il ringraziamento alle autorità civili e militari e ai cittadini che hanno partecipato alla cerimonia. “La Libertà è come l’ossigeno – ha detto il sindaco Saverio Bosco, citando Piero Calamandrei – ci accorgiamo della sua importanza soltanto quando manca”.

Redazione

WhatsApp chat