Truffa ai danni di risparmiatori: le vittime sono siracusani, catanesi e ragusani

RAGUSA – Sono finite nel mirino di una truffa ignari investitori della provincia di Ragusa, Siracusa e Catania. La Guardia di Finanza di Ragusa ha arrestato tre persone, un imprenditore, P.M., e due promotori finanziari, C.E. e G.G.. Una quarta persona, l’imprenditore F.G., è ricercata, perchè da mesi vive all’estero. L’accusa è associazione a delinquere dedita all’esercizio abusivo della raccolta del risparmio, fatture false, appropriazione indebita e truffa aggravata ai danni di circa 70 famiglie. Il compito dei promotori finanziari era quello di raccogliere il denaro, ed ai due imprenditori, che avrebbero dovuto gestire ed investire il le somme. Infatti, le vittime, pensando di investire in strumenti finanziari o addirittura in titoli azionari di grosse società, in verità, sottoscrivevano contratti di associazione in partecipazione riconducibili ad una società a ristretta base azionaria, denominata Cifra. Questo particolare istituto giuridico consente alle società di ottenere finanziamenti in partecipazione da parte di soggetti associati senza che questi acquisiscano la veste di soci.Il valore della truffa ammonta a oltre 4 milioni di euro. Le indagini sono partite lo scorso anno.