IL RIGORE MANCATO DI BUGO E “L’ATTENTATO ALLA MUSICA ITALIANA”: IL PAGELLONE DELLA SECONDA SERATA DI #SANREMO2021

IL RIGORE MANCATO DI BUGO E “L’ATTENTATO ALLA MUSICA ITALIANA”: IL PAGELLONE DELLA SECONDA SERATA DI #SANREMO2021

image_pdfPDFimage_printPrint

La seconda serata della 71° edizione del Festival di Sanremo inizia con i colori e con i sorrisi dei palloncini posti sulle poltrone dell’Ariston, indiscusse protagoniste della kermesse musicale. La gara entra subito nel vivo con i quattro giovani che si giocano gli ultimi due pass per la finale di venerdì sera. È una scelta ardua quella della giuria demoscopica che premia, però, Wrongonyou e Davide Shorty, infrangendo così il sogno di Greta Zuccoli e dei fratelli Dellai. E a lasciare l’amaro in bocca è proprio l’eliminazione della giovane cantautrice napoletana che ha incantato il pubblico di Rai1 con la sua “Ogni cosa sa di te”. Intensa, elegante ed empatica, avrebbe meritato certamente un pass per la finale.

Per parlare dei BIG IN GARA
useremo, invece, tre colori:
il VERDE per i promossi,
il GIALLO per i rimandati,
il ROSSO per i bocciati.

Orietta Berti, “Quando ti sei innamorato”: Verde Primavera

Che voce! Orietta canta tutto il suo amore per il marito, Osvaldo Paterlini, e arriva dritta al cuore. Per ovvie ragioni anagrafiche, però, la canzone porta con sé un alone vintage incancellabile che non le permette di spiccare il volo. Senza alcun dubbio, la Berti è la vincitrice morale del Festival! Voto: 8

Bugo, “E invece sì”: Rosso Bic della Professoressa quando sbagli 3×2

Bugo ha la possibilità di prendersi una piccola rivincita personale. E, invece, no! Non centra la porta e sbaglia il rigore. Che gran peccato! Voto: 5

Gaia, “Cuore Amaro”: Giallo Oriente

Ottima presenza scenica. La canzone, però, non decolla e Gaia preferisce restare nella sua confort zone. Voto: 6

Lo Stato Sociale, “Combat Pop”: Verde Insalata Tropicale

I regaz puntano tutto sull’effetto sorpresa con una canzone che si fa sempre più teatro. Come promesso, Lodo abbandona l’asta del microfono e lascia che siano Bebo, Carota, Albi e Checco i veri protagonisti. Unico obiettivo: “sovraccaricare il mercato musicale per farlo esplodere e poter tornare a godere con le canzoni”. Voto: 8.5

La Rappresentante di Lista, “Amare”: Verde Giada

Con la sua voce eterea, Veronica Lucchesi incanta e ipnotizza il pubblico. L’esibizione è travolgente; il brano, invece, ha bisogno di più ascolti per essere interiorizzato. Nonostante ciò, La Rappresentante di Lista si conferma una delle proposte musicali più interessanti di questo Festival della Canzone Italiana. Voto: 9-

Malika Ayane, “Ti piaci così”: Giallo Stella Cometa

Elegante e raffinata, Malika Ayane torna sul palco dell’Ariston dopo 6 anni dall’uscita di “Adesso e Qui (Nostalgico Presente)”. Nulla da dire sull’esibizione. Il brano, però, non colpisce nel segno. Voto: 7

Ermal Meta, “Un milione di cose da dirti”: Verde Acqua

Ermal Meta ha un milione di cose da dirci e presto ce le racconterà nel suo nuovo album, in uscita il 12 marzo. Nel mentre, ci regala una bella canzone d’amore, a tratti un po’ troppo retorica, ma pur sempre frutto di quella penna che sa accarezzare senza mai ferire. “E se non riesco ad alzarti, starò con te per terra”. Voto: 9

Extraliscio feat Davide Toffolo, “Bianca Luce Nera”: Giallo Sbiadito

Con “Bianca Luce Nera” gli Extraliscio feat Davide Toffolo portano sul palco dell’Ariston di Sanremo la loro personalissima declinazione della musica da balera. Il loro coraggio verrà premiato dalla giuria demoscopica? Voto: 6.5

Random, “Torno a te”: Rosso Imbarazzato

L’ansia e l’emozione hanno tagliato le gambe ad un’esibizione con un discreto potenziale. Da Random ci si aspettava qualcosa di diverso e, soprattutto, un po’ più di coraggio e la giusta dose di sfrontatezza. Voto: 5.5

Fulminacci, “Santa Marinella”: Giallo Foglia che cade d’Autunno

Semplicità ed immediatezza. Fulminacci, con il suo cantautorato scanzonato, ci porta direttamente a Santa Marinella e ci fa venir voglia di citofonare per, poi, scappare. Voto: 7+

Willie Peyote, “Mai direi mai (La locura)”: Verde Bottiglia

L’artista si “impegna”, e lo fa in tutti i sensi, raccontando l’Italia di oggi senza mezzi termini e catalizzando su di sé l’attenzione pe un possibile premio della critica che sarebbe più che meritato. Voto: 9.5

Gio Evan, “Arnica”: Giallo Arnica

Intenso ed incalzante, il poeta e cantautore Gio Evan punta tutto su un’esibizione molto teatrale che vede, però, il teatro al servizio delle parole, del loro peso e della loro bellezza. Voto: 8-

Irama, “La genesi del tuo colore”: Giallo Girasole

In quarantena a causa di un contatto con due persone del suo staff positive al Covid-19, Irama ha guardato la sua esibizione direttamente dalla sua camera di albergo. La bella notizia – che è arrivata nel pomeriggio – è che per l’artista Sanremo 2021 continua, anche se attraverso la messa in onda dei video delle prove generali. Voto: 7.5

CLASSIFICA VIRTUALE|RADIO UNA VOCE VICINA INBLU

Willie Peyote

Ermal Meta

La Rappresentante di Lista

Lo Stato Sociale

Orietta Berti

Gio Evan

Irama

Fulminacci

Malika Ayane

Extraliscio feat Davide Toffolo

Gaia

Random

Bugo

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone