Terzo giorno di agitazione per i dipendenti del Consorzio: la Rsa Sifus Confali chiede incontro col Prefetto

Terzo giorno di agitazione per i dipendenti del Consorzio: la Rsa Sifus Confali chiede incontro col Prefetto

Lentini. Continua lo stato di agitazione per i lavoratori del Consorzio di Bonifica 10. Che da tre giorni sono riuniti in un sit-in davanti alla sede di via Agnone per reclamare i propri diritti. Da due mesi infatti i dipendenti non percepiscono lo stipendio poiché l’istituto bancario tesoriere del Consorzio ha sospeso i pagamenti, vincolando contemporaneamente tutte le somme disponibili sui conti correnti, a seguito di un’ordinanza di assegnazione emessa dal Tribunale di Catania lo scorso 22 giugno nella procedura esecutiva mobiliare promossa da una società creditrice in liquidazione. Una protesta intrapresa anche dai dirigenti del consorzio.

“Come sindacato Sifus Confali – ha dichiarato Giuseppe Costanzo, Rappresentante sindacale aziendale – siamo giunti al terzo giorno di stato di agitazione con sit-in davanti alla sede di Lentini. Lo stato di agitazione, ci teniamo a precisare, non sta comportando un’interruzione di servizio, in quanto noi dipendenti siamo i primi ad essere solidali con gli agricoltori messi a dura prova da mesi di siccità. Una nostra delegazione con il segretario provinciale del territorio, Francesco Giuffrida, si trova in Prefettura a Siracusa per programmare un tavolo tecnico col Prefetto. L’incontro, anticipato da una richiesta tramite Pec, ha lo scopo di risolvere in maniera celere la problematica che vivono i dipendenti e le famiglie del Consorzio 10: col mese di luglio si arriverà infatti a tre mensilità non percepite. Il perdurare di questa situazione rischia di compromettere la stagione irrigua, in quanto impossibilitati economicamente a raggiungere il solo posto di lavoro”.

 

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: