“Sul Sentiero Blu”, l’emozionante viaggio di un gruppo di giovani autistici sulla via Francigena

“Sul Sentiero Blu”, l’emozionante viaggio di un gruppo di giovani autistici sulla via Francigena

Lunedì 28 febbraio, martedì 1 e mercoledì 2 marzo – con Wanted Cinema e in collaborazione con CAI (Club Alpino Italiano, nda) – arriva nelle sale cinematografiche di tutta Italia “Sul Sentiero Blu”, un docufilm che racconta l’emozionante viaggio di un gruppo di giovani autistici sull’antica via Francigena.

Con la regia di Gabriele Vacis e la produzione di Michele Fornasero per Indyca, il documentario affronta con estrema delicatezza il tema dell’autismo ed è quasi impossibile non affezionarsi a questi ragazzi che, insieme ai loro medici ed educatori, hanno percorso oltre 200 km a piedi in 9 giorni.

Il loro è un cammino di crescita, tra fatica e divertimento, in cui affrontano ed imparano a gestire emozioni e difficoltà. Si tratta dunque di un’esperienza scientifica ma profondamente umana, volta a migliorare le relazioni delle persone autistiche. I partecipanti devono infatti adattarsi al nuovo ambiente e imparare a convivere gli uni con gli altri, alla scoperta della loro indipendenza.

La troupe ha seguito il gruppo dalla partenza fino all’arrivo nella Città del Vaticano, cercando di riportare integralmente l’intensità di questa esperienza e raccontando il formarsi di nuove amicizie e sentimenti. Il tutto per sensibilizzare lo spettatore e abbattere pregiudizi e preconcetti sull’autismo.

L’elenco della sale cinematografiche aderenti è in continuo aggiornamento ed è consultabile qui. Sono inoltre previste in tutta Italia alcune speciali proiezioni-evento con ospiti d’eccezione. 

Sul Sentiero Blu“, il progetto “Con-tatto

Il documentario, prodotto da Indyca con il sostegno di MIC e Film Commission Torino Piemonte – Piemonte Doc Film Fund, racconta il progetto “Con-tatto”: un’iniziativa lanciata lo scorso anno dal Rotary International Distretto 2031 e realizzata grazie al contributo scientifico del Dottor Roberto Keller, Direttore del Centro Regionale per i Disturbi dello spettro dell’Autismo in età adulta della ASL Città di Torino.

«Molti pensano che le persone autistiche sono incapaci di fare le cose, ma questo progetto dimostra l’esatto opposto e come  dico sempre: noi persone autistiche non molleremo mai!».

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
Exit mobile version