Sortino, Il Comune avvia la Prima Comunità Energetica Rinnovabile

Sortino, Il Comune avvia la Prima Comunità Energetica Rinnovabile

image_pdfPDFimage_printPrint

SORTINO – Il Comune di Sortino ha destinato il contributo di 70.000 di €uro assegnato ai sensi della legge 13 ottobre 2020 e del decreto Ministero dell’Interno dell’11 novembre 2020 (avente una dotazione complessiva di quasi 500 milioni di Euro)  all’efficientamento energetico del Centro Sociale Giovanile ed all’avvio della Comunità Energetica Rinnovabile.

L’impianto avrà una potenza di 42,465 kW, una produzione stimata media annua pari ad oltre 61.000 kWh, un risparmio annuo di 11,55 TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio) ed una riduzione di emissione di CO2 in atmosfera di 20.005 g/kW (su base annua).

Sortino, “afferma soddisfatto il Sindaco Vincenzo Parlato”, si dimostra quindi uno dei comuni italiani più attenti e virtuosi al rispetto dell’ambiente, applicando concretamente gli indirizzi e le direttive comunitarie in materia ambientale, ma puntando anche ad un consistente risparmio della bolletta energetica, che comporta benefici concreti e strutturali nel Bilancio del Comune di Sortino.

L’affidamento della realizzazione dell’intervento ad ENEL X, “prosegue il sindaco”, possibile sulla base della vigente normativa sugli appalti, è garanzia di serietà e di professionalità e rappresenta un primo passo verso ulteriori forme di collaborazione con la più grande impresa italiana nel settore delle energie rinnovabili.

Il servizio offerto da ENEL X, comprende anche il supporto per la costituzione e l’avviamento di una “Comunità Energetica Rinnovabile” a seguito di cui si provvederà all’inserimento nel Portale GSE della richiesta di accesso al servizio di valorizzazione ed “incentivazione” dell’energia condivisa.Infatti l’energia prodotta verrà utilizzata, in parte per soddisfare le esigenze energetiche degli edifici, e la parte in eccedenza costituirà un reddito energetico per i membri della futura Comunità Energetica, “afferma soddisfatto il Sindaco Parlato”.

Attraverso il coinvolgimento di cittadini, attività commerciali imprese ed altre realtà del territorio è quindi possibile produrre, consumare e scambiare energia in un’ottica di autoconsumo e collaborazione.

Visto che questo impianto verrà realizzato nel quartiere di  Via Aldo Moro, ed alla cabina secondaria che fornisce energia al Centro Sociale Giovanile, sono collegati i condomini di tutto il quartiere,  “prosegue  il sindaco”, saranno i cittadini e le imprese di quel quartiere a poter usufruire per primi dei vantaggi della Comunità Energetica Rinnovabile.

Un ulteriore segnale di attenzione ai quartieri periferici della nostra città “conclude il sindaco”, a dimostrazione del costante impegno della nostra amministrazione, in quanto la partnership con ENEL X proseguirà, coinvolgendo progressivamente tutti i quartieri del nostro comune estendendo i benefici della Comunità Energetica Rinnovabile a tutti  i cittadini interessati..

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: