SORRISO? SI GRAZIE

PDFPrint

“ Veronica, ma il tuo solito sorriso? ”

“Siamo stati un po’ in trattativa ma c’è sempre. Più brillante che mai”. 

Sono state domanderisposte che Veronica si è posta a Veronica. Sì, ho fatto tutto da sola. Come sempre.

Come sempre sì, perchè sono abituata a far tutto da sola. La forza di cadere e rialzarsi sempre un po’ più bella. La forza di piangere e poi di sorridere con un filo di rossetto in più. Perchè, pensateci bene noi donne abbiamo paura di tutto ma, alla fine, abbiamo il coraggio di fare tutto.

Quando penso alle donne, indubbiamente, penso a mamma Margherita, la mia mamma. Penso a lei ed è come se immergessi la penna nell’arcobaleno.

Colori e sfumature che mi fanno rimanere aperta ai colori della vita. Così come un sorriso che, come il sole, ti scalda il cuore al mattino. E come la luna, ti illumina e rasserena nella notte.

Ma quanto ci mancano i sorrisi in questo periodo? Tanto. Tantissimo. Troppo.

Allora procuriamocelo quel sorriso. Sorridiamo con gli occhi. Facciamoli brillare e liberiamoli del grigiume e della pesantezza dei giorni difficili.

Il sorriso, per me, (insieme agli abbracci ) è la forma più spontanea di complicità, di libertà, di energia. Di BenEssere. 

Questo post, nasce in maniera del tutto genuino. Niente di programmato. Se non strettamente necessario, detesto programmare i miei post. Mi piace sentirmi vicina a te che mi leggi e mi piace pensare che ti rispecchi in alcune, piuttosto che in altre.

E’ venuto fuori un binomio direi perfetto: donna e sorriso.

Mi piace concludere con uno dei pensieri più famosi di Audrey Hepburn:

“..abbiate fiducia prima in voi stesse e poi negli altri e che l’ottimismo vi accompagni sempre” . 

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
Exit mobile version