SIRACUSA, NEONATOLOGIA, DONAZIONE DEI GIOVANI LEO CLUB

SIRACUSA – I giovani del Leo Club di Siracusa, affiliazione dei Lions Clubs, hanno donato al reparto di Neonatologia e Utin dell’ospedale di Siracusa diretto da Massimo Tirantello alcuni importanti ed utili strumenti per i piccoli ospiti: un set laringo- pediatrico, una borsa Life, un pallone in silicone neonatale ed una sacca ossigeno da cinque pezzi. La donazione è frutto dei proventi di uno spettacolo, il Musical “Piccola Annie”, che si è tenuto lo scorso 7 dicembre al Teatro dell’Accademia Silva Arte Danza, organizzato con un accordo tra l’Accademia e i Leo Club. La loro parte del ricavato, i giovani Leo, hanno deciso di destinarla a tale donazione. “Sono felice a nome mio e di tutto il Leo Club Siracusa – ha dichiarato la presidente Lisa Cataldo – dell’utile donazione di cui potrà usufruire la struttura ospedaliera cittadina e, in particolar modo, perché ne potranno godere i piccolissimi pazienti del reparto di Neonatologia”. Stamane è stata ufficializzata la consegna della donazione con un incontro nel reparto di Neonatologia cui hanno partecipato, assieme al direttore del reparto Massimo Tirantello e al personale medico e sanitario, il commissario straordinario dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra, il direttore sanitario dell’ospedale Giuseppe D’Aquila, il direttore del Dipartimento Materno Infantile Antonino Bucolo, la presidente del Lions Host Teresa Peluso, il segretario Concetto Scandurra e il responsabile del Servizio screening del Distretto regionale Lions Franco Cirillo. “Siamo particolarmente grati per questo gesto di grande altruismo e generosità che viene dai giovani Leo – ha detto il manager Ficarra – non nuovi ad azioni del genere di alto valore sociale. A tutti loro va la nostra sincera gratitudine, onorati di tanta dedizione e dimostrazione, da emulare, di senso di appartenenza al proprio territorio”. Teresa Peluso si è complimentata con i giovani Leo per questo grande gesto. Lo scopo dei soci di ogni singolo Leo Club, ha ricordato, è promuovere fra i giovani quelle attività di servizio che sviluppano le qualità individuali di leadership, esperienza, opportunità. Le due parole in cui si può racchiudere l’essenza dell’attività Leo sono cultura e solidarietà.

Commenti Facebook