Siracusa,  il prof. Paolo Bombaci lascia dopo 32 anni Snals. il nuovo segretario è il prof. Renato Marino

Siracusa, il prof. Paolo Bombaci lascia dopo 32 anni Snals. il nuovo segretario è il prof. Renato Marino

image_pdfPDFimage_printPrint

Lo scorso 15 giugno si è svolto il congresso provinciale dello SNALS scuola di Siracusa, con l’elezione del nuovo segretario il prof. Renato Marino. Dopo circa 32 anni di guida, il prof. Paolo Bombaci si è congedato dai suoi amici, colleghi ed iscritti, visibilmente commosso dopo aver ricevuto una targa proprie dalle mani del neo segretario Renato Marino che ha voluto ringraziare pubblicamente per il grande impegno e il lavoro svolto.

Una nuova guida con una pesante eredità.

Prof. Marino, con quale spirito inizia questa nuova esperienza alla guida dello SNALS della provincia di Siracusa?

Sono pronto a svolgere con umiltà e dedizione questo nuovo ruolo di servizio che, sostanzialmente, svolgo già da tanti anni seppur senza ruoli apicali. Chi mi conosce sa della mia disponibilità e del mio essere al servizio degli altri. Per questo desidero ringraziare l’amico fraterno, Paolo Bombaci, per aver voluto a tutti i costi che io, in questi ultimi anni, lo affiancassi nell’attività di rappresentanza sindacale esterna, al fine di poter essere pronto se quando chiamato a svolgere il ruolo. Quindi, eccomi qui a continuare a servire la scuola siracusana e tutti i suoi lavoratori.

Quali sono state le sue prime parole da segretario eletto?

Sono state quelle del cuore. Intanto ho abbracciato Paolo perché, come un padre, ha guidato in maniera encomiabile anche l’ultima assemblea, con un sereno passaggio delle consegne. Per me e per tutti noi dello Snals, che abbiamo insieme costruito un sindacato con una forte caratterizzazione rispetto ai rapporti umani, è stata la vera consacrazione unitamente a quell’applauso pieno di affetto di tutto il consiglio provinciale che mi ha eletto segretario.

Appena insediatomi ho pronunciato poche ma significative parole: “credo nel lavoro di squadra”, nel senso che tutti gli amici, tutti i tesserati dal primo all’ultimo fanno grande il sindacato ed io ho il grande dovere prima di tuto morale, di mettermi al servizio loro e di quanti credono che non si raggiungono mai obiettivi se non con l’aiuto e l’impegno di tutti.

Quali i punti programmatici di questo quadriennio 2021/2025?

Siamo pronti a svolgere, così come è sempre stato, un ruolo guida per i tanti lavoratori del mondo della scuola. Nuove sfide ci attendono, dopo la grande pandemia che ha sconvolto il mondo intero ed anche quello della scuola. Ripartiremo dalla base, dalle assemblee nelle scuole, poiché solo ascoltando chi vive i problemi veri e quotidiani che ci sono dentro la scuola, può anche evidenziare le opportune soluzioni. La nostra politica sindacale non sarà mai urlata, come abbiamo sempre dimostrato, perché crediamo nella giusta rivendicazione dei diritti e nel confronto costante ma inteso a costruire. Queste le nostre linee guida. Sono convinto che c’è uno spazio di “serietà” importante all’interno della scuola che va riconquistato. Troppi sono coloro che sono fermi ad aspettare. Noi ci rivolgeremo a tutti e, in particolare, a loro.

Come sempre non le manca l’entusiasmo e la forza.

Per grazia di Dio no. Credo in quello che faccio e la mia vita lo dimostra. Non ho mai giocato al risparmio in nessuna attività che ho intrapreso, anche se spesso ho rinunciato tanto per “donarmi” agli altri. Immaginiamoci adesso dopo la fiducia e la stima che mi è stata accordata dall’intero Snals provinciale, regionale e nazionale.

Quali sono i punti di erogazione del servizio?

Intanto riceviamo, come è giusto fare, per appuntamento. Basta telefonare al nm. 3293283464 o attraverso la mail: sicilia.sr@snals.it. Sarà cura della nostra segreteria fissare l’appuntamento nei nostri vari punti di erogazione, sia storici che nuovi, già attivi.

Buon lavoro ed in bocca al lupo allora…

Grazie mille e w il lupo. W lo Snals.

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone