Siracusa, ASD Siracusa Calcio 1924, amaro pari interno Il Santa Croce rimonta due volte e rallenta la corsa azzurra

Siracusa, ASD Siracusa Calcio 1924, amaro pari interno Il Santa Croce rimonta due volte e rallenta la corsa azzurra

SIRACUSA – ASD Siracusa Calcio 1924: Genovese, Ababei (34’ st Morana), Magro, Privitera, Porcaro, Pettinato, Palermo, Giordano (1’ st Belluso), Iraci (44’ pt Camara), Ficarrotta (37’ st Montagno), Savasta (16’ st Arquin). A disposizione Lumia, Cianci, Manservigi, Greco. All. Cacciola.
Upd Santa Croce: Alcarez, Tisciotta, Russo, Sene Papa, Ravalli, Mancuso, Nunes Correa G. (24’ st Nunes Correa N.), Di Nora (40’ st Restivo), Pitanza, Reale, Cortes. A disposizione La Rosa, Morales, Di Perna, Celestre, Napolitano, Ruffino, Trapani. All. Lucenti.
Arbitro: Zangara di Palermo.
Assistenti: Totaro e Catanese di Messina.
Reti: 1’ pt Ficarrotta, 15’ pt Sene Papa, 25’ pt Iraci, 27’ pt Reale

Tutto nel primo tempo, tutto nella prima mezz’ora. Il Siracusa si fa imbrigliare da un coriaceo Santa Croce, che porta via un punto pesante dal “De Simone”. Si ferma così a 6 la serie di vittorie consecutive degli azzurri (oggi in completo bianco), fermati sul più bello dalla compagine iblea, che lotta per evitare i playout. Il punteggio si sblocca dopo meno di un minuto: Ficarrotta, servito sulla corsa da Savasta, entra in area e in diagonale batte Alcarez. Una decina di minuti dopo potrebbe raddoppiare ma la sua conclusione sul primo palo viene deviata in angolo dal portiere avversario. Al quarto d’ora Sene Papa trova il gol del pareggio sugli sviluppi di un fallo laterale battuto da Ravalli. E’ una gara vibrante e senza pause, che vede gli aretusei tornare avanti nel punteggio con la staffilata di Iraci su punizione dal limite. Passano due minuti e Reale indovina l’angolino basso alla destra di Genovese con un tiro da fuori area. Poco dopo, Ficarrotta viene atterrato in area e l’arbitro concede il rigore ai padroni di casa. Alcarez si supera anche su Savasta e respinge la sua conclusione dagli 11 metri.
La ripresa è un assedio dei padroni di casa, che ci provano in tutti i modi ma sbattono ancora sul portiere avversario, migliore in campo. Alcarez dice di no prima a Porcaro, poi a Ficarrotta e, quando non può nulla, viene graziato da Arquin che, su cross da sinistra non centra la porta di testa da pochi metri. Il Siracusa ci prova fino alla fine ma il muro del Santa Croce tiene e la gara termina in parità.

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: