Scordia, Minacce via social network al giornalista Lorenzo Gugliara, la solidarietà dell’ Assostampa Siciliana e Fnsi, Ucsi Sicilia, Articolo 21

Scordia, Minacce via social network al giornalista Lorenzo Gugliara, la solidarietà dell’ Assostampa Siciliana e Fnsi, Ucsi Sicilia, Articolo 21

SCORDIA – Minacciato via social in modo chiaro, con insulti e frasi dai contenuti intimidatori, da un pregiudicato per aver scritto un articolo di cronaca nera esponendo i fatti. È accaduto al giornalista Lorenzo Gugliara, corrispondente de La Sicilia da Scordia, consigliere nazionale della Fnsi. 

«A Lorenzo, collega attento e scrupoloso, giornalista apprezzato per la conoscenza del suo territorio e per l'attenzione con cui svolge l'attività giornalistica, va la totale solidarietà di Assostampa Siciliana e Federazione nazionale della Stampa italiana. Siamo certi che le forze dell'ordine, alle quali denuncerà questo fatto gravissimo, faranno immediatamente chiarezza sull'episodio», rileva il sindacato.

L’Ucsi Sicilia "Unione Cattolica Stampa Italiana" in tutte le sue componenti, appresa la grave minaccia via social inviata da un pregiudicato al giornalista Lorenzo Gugliara corrispondente de La Sicilia da Scordia CT, esprime al collega solidarietà e sostegno.

I giornalisti cattolici di Sicilia sono solidali con il collega Gugliara, chiedono alle istituzioni e alle forze dell'ordine il massimo impegno per bloccare sul nascere l'ennesima intimidazione ai giornalisti siciliani. “Noi siamo attenti a far si che le voci libere del giornalismo siciliano non debbano temere nulla, per il loro operato" – ha detto il presidente regionale dell’Ucsi Sicilia Domenico Interdonato.

La solidarietà al cronista Lorenzo Gugliara, è stata manifestata anche da Salvatore Di Salvo, presidente della sezione Ucsi Siracusa, che è anche componente della Giunta Nazionale e Consigliere Nazionale assieme al collega Gaetano Rizzo.

La Redazione giornalistica, la direzione e la presidenza di Radio Una Voce Vicina esprimono la loro solidarietà al giornalista Lorenzo Gugliara e  invitano le Istituzioni a far sentire la presenza dello Stato.  

news Redazione

WhatsApp chat