Palermo, due indagati e circa 3.500 persone controllate dalla Polizia di Stato nelle stazioni ferroviarie e a bordo dei treni della Sicilia

Palermo, due indagati e circa 3.500 persone controllate dalla Polizia di Stato nelle stazioni ferroviarie e a bordo dei treni della Sicilia

image_pdfPDFimage_printPrint

PALERMO – 2 indagati, 3.443 persone controllate e 52 veicoli ispezionati; 24 treni presenziati e 284 pattuglie impegnate nei servizi di vigilanza in stazione, a bordo treno e lungo la linea ferroviaria: è questo il bilancio dell’attività di controllo nell’ultima settimana dalla Polizia Ferroviaria in tutta la Sicilia. In particolare, a Palermo gli agenti hanno denunciato un italiano per essersi rifiutato di declinare le proprie generalità o di fornire un valido documento di riconoscimento a seguito di controlli, nella zona di Tommaso Natale, inerenti all’occupazione abusiva di un terreno di proprietà delle ferrovie. Per lo stesso reato, è stato indagato dalla Polfer di Taormina un cittadino del Gambia che ha rifiutato di indossare la mascherina e, alla richiesta del capotreno, non ha voluto declinare le proprie generalità. Infine, gli agenti della Polfer di Messina hanno rintracciato e riaffidato alla comunità da cui si erano arbitrariamente allontanati, 3 minorenni eritrei sorpresi a girovagare all’interno della stazione ferroviaria.

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone