Oltre 3.600 persone controllate dalla Polizia di Stato nelle stazioni ferroviarie e a bordo dei treni della Sicilia

Oltre 3.600 persone controllate dalla Polizia di Stato nelle stazioni ferroviarie e a bordo dei treni della Sicilia

PDFPrint

PALERMO – Due indagati, oltre 3.600 persone controllate, 77 treni presenziati,319 pattuglie impegnate nei servizi di vigilanza in stazione, a bordo treno e lungo la linea ferroviaria: è questo il bilancio dell’attività di controllo nell’ultima settimana dalla Polizia Ferroviaria in tutta la Sicilia. A Marsala,gli agenti del Posto Polfer hanno deferito all’Autorità Giudiziaria una 76 enne di nazionalità italiana che, a Mazara del Vallo, alla guida della propria autovettura è rimasta all’interno di un passaggio a livello, causando con la propria azione un pericolo per il regolare esercizio ferroviario e ritardi per i treni in transito. A Messina, gli agenti durante i predisposti servizi di vigilanza, hanno proceduto al controllo di un 21 enne cittadino egiziano che, aveva assunto un atteggiamento sospetto, rinvenendo all’interno di un pacchetto di sigarette uno “spinello” già formato, mentre nella tasca dei pantaloni una modica quantità di una sostanza verde, verosimilmente marjuana. La sostanza è stata posta sotto sequestro al fine di compiere le relative analisie l’egiziano segnalato alla locale Prefettura per la detenzione dello stupefacente ai fini di uso personale.  Sempre a Messina, gli agenti hanno denunciato un minorenne di 15 anni, perché sorpreso a danneggiare arredi di pubblica utilità all’interno dello scalo ferroviario di Tremestieri (PA).  A Palermo, gli operatori hanno rintracciato alla stazione centrale due minori che si erano allontanati dalle strutture di accoglienza presso cui erano affidati e collocati ad altre comunità su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
Exit mobile version