Melilli, visita di un gruppo di ragazzi alla stazione dei carabinieri per parlare del progetto “Legalità, bullismo e disabilità”

Melilli, visita di un gruppo di ragazzi alla stazione dei carabinieri per parlare del progetto “Legalità, bullismo e disabilità”

MELILLI – Una visita d’istruzione ha avuto luogo, nella giornata del 24 luglio 2019, presso la Caserma dei Carabinieri di Melilli, alla presenza del Comandante di Stazione e della Compagnia Carabinieri di Augusta, in attuazione del progetto “Legalità, bullismo e disabilità” condotto dall’Avvocato Edoardo Di Mauro e dalla Psicologa Dottoressa Veronica Castro.
Il progetto è iniziato invitando i ragazzi e le ragazze di età compresa tra i 14 e i 18 anni a realizzare un tema su “legalità, bullismo e disabilità” ed ai vincitori, oltre che un premio in denaro, è stata data la possibilità di visitare la Caserma dei Carabinieri di Melilli. Il primo premio è stato assegnato a Chiara Marino, residente a Città Giardino; il secondo premio è stato assegnato a Luigi Magnano, residente a Melilli e il terzo premio a Cristina Breci di Villasmundo che giunti presso il Comando Arma hanno colloquiato con i Carabinieri e con il Comandante della Stazione Mar. Maggiore Marco Giompapa che ha illustrato la struttura organizzativa dell’Arma in ambito nazionale e provinciale, il ruolo delle Stazioni Carabinieri e la loro capillarità sul territorio, le finalità dei Reparti speciali e specializzati dell’Istituzione ed infine ha tenuto un momento di confronto inerente le linee guida ed i principi sulla legalità, il bullismo ed il Cyberbullismo. Gli organizzatori dell’evento sostenendo che è stata un’occasione fondamentale per riflettere su valori fondamentali della nostra società e per consentire ai giovani di esprimere i loro pensieri e le loro emozioni attraverso i temi, di sentirsi parte integrante di una rete sociale e di avere figure di riferimento a cui rivolgersi in caso di difficoltà, hanno ringraziato L’Arma dei Carabinieri per la sensibilità e la vicinanza costantemente manifestata alla cittadinanza.

Commenti Facebook

Claudio Macca

WhatsApp chat