Lentini è memoria a trent’anni dalle stragi. L’aula consiliare sarà intitolata a Giovanni Falcone,  la scala della legalità realizzata dagli studenti “Vittorini – Gorgia” e una targa  davanti l’albero Falcone

Lentini è memoria a trent’anni dalle stragi. L’aula consiliare sarà intitolata a Giovanni Falcone, la scala della legalità realizzata dagli studenti “Vittorini – Gorgia” e una targa davanti l’albero Falcone

LENTINI – L’aula consiliare del Comune di Lentini sarà intitolata al giudice Giovanni Falcone e la ricostituzione dell’Osseravatorio della legalità. Lo ha detto il sindaco di Lentini Rosario Lo Faro, ieri sera, nel corso dell’iniziativa “per non dimenticare 23 Maggio 1992 – 23 Maggio 2022” il recital “parole e musiche per Giovanni Falcone” che si è svolta a Palazzo Beneventano a Lentini, che su proposta del primo cittadino la giunta ha approvato l’atto d’indirizzo che sarà trasmesso al presidente del consiglio comunale Silvana Bosco Santocono per l’inserimento all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale per l’approvazione definitiva. “Un riconoscimento doveroso – ha detto il sindaco Rosario Lo Faro – Che per la città rappresenterà sicuramente motivo di orgoglio”. A Lentini, ieri , si sono svolte diverse iniziative. La giornata è stata aperta con la visita all’aula Falcone delle autorità civili e militari. Poi nell’aula magna del Liceo “Gorgia” “Battiato – Sgalambro, si è tenuto un convegno per ricordare “il trentennale della strage di Capaci e via d’Amelio” con la presenza dei familiari vittime di mafia, il sindaco Rosario Lo Faro, il magistrato Nello Neri, il coordinatore dell’associazione “Gli amici di Giovani Falcone” Aldo Failla, il presidente dell’associazione nazionale Polizia di Stato, sezione di Lentini Vincenzo Laezza e le testimonianze Pino Vono, Giuseppe Vinci. All’incontro hanno partecipato il dirigente del commissariato di Polizia di Lentini Andrea Monaco, il comandante della stazione dei carabinieri di Lentini Silvio Puglisi, il comandante della Tenenza della Guardia di Finanza di Lentini Gaetano La Ferlita e il comandante della Polizia municipale Alfio Vacanti, dalla vice preside Caterina Battiato, in rappresentanza del dirigente scolastico Vincenzo Pappalardo e gli alunni della classe 5^A e i rappresentanti delle classi del Liceo Gorgia. Gli alcuni studenti hanno seguito il convegno in modalità online e coordinati dalla docente Maria Fortunata Scavo e dai referenti di plesso Elisa Lombardo e Gabriella Romano. Nel pomeriggio l’inaugurazione della scala della Legalità realizzata dagli alunni delle classi II D – E – F – G- 1° e IV S. Dopo l’inaugurazione si è snodato tra le vie della città un corteo che ha raggiunto l’albero Falcone all’interno della villa “Gorgia” dove è stata scoperta una targa ricordo, dove 29 anni fa, venne piantato un albero su proposta dell’ex segretario della Camera del Lavoro ex parlamentare nazionale Luigi Boggio. La giornata si è conclusa con un “recital “parole e musiche per Giovanni Falcone”, a cui hanno partecipato oltre al primo cittadino lentinese, gli assessori, i consiglieri comunanali, il presidente del consiglio comunale, il sindaco del comune di Carlentini Giuseppe Stefio. Durante la serata, presentata dal giornalista Silvio Breci, si sono state lette alcuni messaggi intercalati da brani musicali di Giuseppe Cardello e Erika Ragazzi.

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: