Lentini, Cosa prevede il nuovo decreto dell’Assessorato alla Sanità della Regione Siciliana per l’ospedale di Lentini?

di Emanuele Gentile

LENTINI – Giorno 8 febbraio scorso sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana e più precisamente mediante un supplemento ordinario – il numero 1 – è stato pubblicato il Decreto dell’11 gennaio scorso riguardante l’ “Adeguamento della rete ospedaliera al D.M. 2 aprile 2015, n. 70”. Vediamo di fornirvi alcune informazioni sul nostro ospedale facendo riferimento al succitato decreto. Prima di tutto l’Ospedale di Lentini fa parte del bacino n. 1 che comprende Catania, Siracusa e Ragusa. Purtroppo è codificato come “Ospedale di Base” assieme ai nosocomi di Biancavilla, Paternò e Giarre. Sempre l’Ospedale di Lentini è sede di un PST (Pronto Soccorso per Traumi) ossia “Trauma Center”, mentre di recente è stato attivato un PPI (Punto di Primo Intervento) nell’area del pronto soccorso. Per quanto riguarda il 118 esso è allocato al vecchio ospedale (come mai?) e dispone di un MSA (Mezzo di Soccorso Avanzato). In termini di accessi al pronto soccorso il nostro ospedale è il terzo in Sicilia per quanto riguarda i nosocomi di base dopo quelli di Biancavilla e Gela. Il numero esatto di accessi per l’anno scorso è di 29.173! Ecco di seguito una breve scheda sull’organizzazione dei servizi in base al decreto sull’adeguamento della rete ospedaliera:

POSTI LETTO ESISTENTI: 116
PROGRAMMAZIONE 2018: 132 POSTI LETTO
INCREMENTO PREVISTO DI NN. 16 POSTI LETTO

* 8 UNITA’ OPERATIVE COMPLESSE

– CHIRURGIA GENERALE (20 POSTI LETTO)
– MEDICINA GENERALE (18 POSTI LETTO)
– ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA (14 POSTI LETTO)
– OSTETRICIA E GINECOLOGIA (14 POSTI LETTO)
– PEDIATRIA (8 POSTI LETTO) [E’ anche Unità Operativa Dipartimentale Semplice]
– TERAPIA INTENSIVA (6 POSTI LETTO)
– RADIOLOGIA (SENZA POSTI LETTO)
– PRONTO SOCCORSO (SENZA POSTI LETTO)

* 10 UNITA’ OPERATIVE SEMPLICI

– GERIATRIA (12 POSTI LETTO)
– NEONATOLOGIA (2 POSTI LETTO)
– RECUPERO E RIABILITAZIONE FUNZIONALE (8 POSTI LETTO)
– LUNGODEGENTI (16 POSTI LETTO)
– LABORATORIO D’ANALISI (SENZA POSTI LETTO)
– SERVIZIO TRASFUSIONALE (SENZA POSTI LETTO)
– SERVIZIO DI ANESTESIA (SENZA POSTI LETTO)
– ANATOMIA ED ISTOLOGIA PATOLOGIA (SERVIZIO – SENZA POSTI LETTO)
– EMODIALISI (SENZA POSTI LETTO)
– GASTROENTEROLOGIA (SENZA POSTI LETTO)

* 5 UNITA’ OPERATIVE SEMPLICI DIPARTIMENTALI

– CARDIOLOGIA (8 POSTI LETTO)
– OCULISTICA (2 POSTI LETTO)
– PEDIATRIA (8 POSTI LETTO) [[E’ anche Unità Operativa Complessa]
– FARMACIA OSPEDALIERA (SENZA POSTI LETTO)
– DIREZIONE SANITARIA DI PRESIDIO (SENZA POSTI LETTO).

Certo la scelta di attivarlo come “Ospedale di Base” non risponde affatto ai bisogni sanitari del comprensorio. Ci saremmo aspettati che fosse un “Ospedale DEA (Dipartimento d’Emergenza e Accettazione) di I° Livello”. Alcune criticità sorgono, poi, dall’elenco dei servizi offerti. Soprattutto in riferimento a una Unità strategica quale quella di Cardiologia. Perché non c’è una Unità riguardante tumori e leucemie visto la notevolissima incidenza sul territorio di queste patologie? Inoltre recente la notizia della chiusura della RSA (Residenza Sanitaria Anziani). E come mai la pista dell’elisoccorso non è disponibile in notturna? In breve, tutti (istituzioni locali e cittadini) siamo chiamati a espletare una funzione di sorveglianza e pungolo affinché il nostro ospedale sia efficiente e funzionale in ogni sua componente. Sulla salute non si scherza. Mai.

Per conoscere in dettaglio il decreto sull’adeguamento della rete ospedaliera si prega cliccare il seguente link:

https://www.sanitainsicilia.it/wp-content/uploads/2019/02/Supplemento-adeguamento-della-rete-ospedaliera.pdf

Commenti Facebook