Vai alla barra degli strumenti

il lentinese Luca Francesco Fazzino è il nuovo Presidente del Comitato Unpli Siracusa

il lentinese Luca Francesco Fazzino  è il nuovo Presidente del Comitato Unpli Siracusa

NOTO – Il lentinese Luca Francesco Fazzino, attuale presidente della Pro Loco di Lentini, è il nuovo presidente del Comitato Provinciale dell’Unpli Siracusa. Lo hanno eletto i rappresentanti della Pro Loco della provincia di Siracusa: Noto, Avola, Marzamemi, Palazzolo, Augusta, Lentini, Pedagaggi, Siracusa al termine dell’assemblea provinciale che si è svolta stamattina, a Noto. Il nuovo consiglio provinciale è composto da Giuseppe Sulfaro di Pedagaggi e Daniele Li Gioi di Avola. Il nuovo presidente provinciale Luca Francesco Fazzino sostituirà Pietro Giarratana. “Sono veramente emozionato della fiducia a me dimostrata da parte dell’intera provincia – ha detto il nuovo presidente provinciale Unpli Luca Francesco Fazzino- , ma permettetemi di ringraziare la Pro Loco di Lentini, il consiglio direttivo e gli amici che hanno sempre accompagnato il mio cammino concedendomi il ruolo di Presidente della stessa Pro Loco, delegandomi nel mondo UNPLI. Pur essendo consapevole del gravoso compito a cui sono stato chiamato, sono orgoglioso e fiero di rappresentare la nostra provincia. Grazie a chi mi ha preceduto e soprattutto grazie alle attuali ProLoco presenti in Unpli di Siracusa. Insieme saremo forti, questo deve essere il nostro motto. Adesso buon lavoro in attesa di incontrare i presidenti, soci e sindaci di ogni singolo Comune della nostra Provincia. Siamo una grande risorsa per i nostri territori, non dimentichiamolo. Grazie ancora a tutti. Un grazie ai consiglieri eletti : Daniele Li Gioi e Giuseppe Sulfaro”. Il nuovo presidente provinciale dell’Unpli Luca Francesco Fazzino ha voluto sottolineare l’importanza delle Pro Loco sul territorio. Nel concludere il suo saluto di ringraziamento, si è impegnato a collaborare con tutte le associazioni che lavorano per il territorio e soprattutto ha teso una mano alle istituzioni, solo con l’unione del mondo sociale e l’istituzione si può far crescere il nostro territorio.

Commenti Facebook

Redazione

Redazione

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: