GIANGILBERTO MONTI RACCONTA QUESTI “TEMPI STRANI” AL TEATRO MUNARI DI MILANO

GIANGILBERTO MONTI RACCONTA QUESTI “TEMPI STRANI” AL TEATRO MUNARI DI MILANO

PDFPrint

Milano, Teatro Munari. In attesa del gran finale di questa sera, Giangilberto Monti è andato in scena anche ieri con il suo spettacolo di teatro musicale “Tempi Strani, storie da cantautore”, oramai giunto al suo quinto ed ultimo appuntamento.

Sono tempi strani e qui li raccontiamo. O almeno, ci proviamo… ma non è detto che sia sempre la solita musica” – chiosa lo chansonnier e autore milanese che racconta, con i suoi toni sarcastici e scanzonati, la quotidianità filtrata dal suo sguardo.

Da Napoli a Milano, passando per Parigi, Giangilberto Monti ripercorre, così, diversi tempi: quello teatrale con la costruzione dei primi teatri, quello comico, quello discografico con i primi 78 giri, quello amoroso, quello Milanese…quando ai Navigli sembrava di stare a Venezia, quello francese, quello governativo con così tante parti da prendere in considerazione che si rischia sempre di dimenticare qualcuno ed, infine, quello migratorio.

Ad accompagnarlo sul palco tra aneddoti, racconti e tanta musica: il jazzista Fabio Bernasconi al pianoforte, il bluesman Roberto Zorzi alle chitarre, l’eclettico Alessio Pacifico alla batteria ed il Maestro Paolo Tomelleri al clarinetto. Ospiti: Ivan Cattaneo e Ricky Gianco, pseudonimo di Riccardo Sanna. 

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
Exit mobile version