Formula 1: il Gran Premio d’Italia e i 100 anni dell’Autodromo di Monza

Formula 1: il Gran Premio d’Italia e i 100 anni dell’Autodromo di Monza

Nell’anno del Centenario dell’Autodromo Nazionale Monza, il Gran Premio d’Italia di Formula 1 sarà un successo di pubblico senza precedenti. A confermarlo, durante la conferenza stampa di presentazione – che si è svolta oggi, martedì 6 settembre, nella Sala Stampa Tazio Nuvolari del circuito e nel Monza Meta Circuit, l’Autodromo nel Metaverso – è stato il Presidente di Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani, che ha annunciato anche la presenza in tribuna del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

La gara del Campionato del Mondo di Formula 1, in programma da venerdì 9 a domenica 11 settembre, porterà infatti circa 350mila persone all’interno del Tempio della Velocità, segnando il record storico di presenze proprio in occasione del secolo di vita dell’impianto sportivo.

«Con il più alto numero di spettatori mai registrato, ci apprestiamo a svolgere il 93° GP d’Italia nel circuito che, nel mondo, ha ospitato più Gran Premi d’automobilismo», ha dichiarato il Presidente Sticchi Damiani. «Monza è il contributo all’evoluzione tecnologica ed è il futuro dell’automobilismo, mentre l’automobile affronta trasformazioni epocali».

Gran Premio d’Italia: la conferenza stampa

Le aspettative e le novità del Gran Premio d’Italia 2022 di Formula 1 sono state illustrate questa mattina in conferenza stampa alla presenza del Vicepresidente Esecutivo e CEO di Pirelli Marco Tronchetti Provera, del Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, del Presidente di AcMilano Geronimo La Russa, del Presidente di Autodromo Giuseppe Redaelli, del Sindaco di Milano Giuseppe Sala e del Sindaco di Monza Paolo Pilotto.

Di seguito riportiamo alcuni frammenti delle dichiarazioni di questa mattina:

«L’Autodromo di Monza è per noi una seconda casa. Nel ‘Tempio della Velocità’ abbiamo gareggiato e vinto. Monza è stato anche il nostro primo ‘laboratorio a cielo aperto’. All’interno del tracciato esiste ancora una parte che si chiama ‘Circuito Pirelli’, dove i nostri ingegneri svolgevano i test dei prototipi dei nostri pneumatici stradali» (Marco Tronchetti Provera).

«In futuro noi di Automobile Club Milano ci adopereremo per rendere questo circuito ancora più accessibile ai tifosi e agli appassionati del Motorsport, grazie – per esempio – al prolungamento della linea metropolitana 5, che collegherà Milano al capoluogo brianzolo. La sfida è quella di creare una sorta di sinergia funzionale tra sport motoristici e mobilità sostenibile, che garantisca al nostro circuito di continuare ad essere un modello da imitare e un punto di riferimento per il Motorsport internazionale» (Geronimo La Russa).

«L’Autodromo è sempre stato un innovatore nel campo dell’automotive e del racing e ora lo è anche nella tecnologia. Siamo infatti il primo circuito al mondo nel Metaverso, un mondo virtuale dove gli appassionati possono visitare le strutture e la pista, conversando tra loro e partecipando ad eventi» (Giuseppe Redaelli).

Formula 1, Gran Premio d’Italia: gli eventi in programma

I semafori sul rettifilo dell’Autodromo Nazionale Monza si spegneranno domenica 11 settembre alle ore 15.00 per la partenza ufficiale del Formula 1 Pirelli Gran Premio d’Italia 2022. Venerdì 9 e sabato 10 settembre sono invece in programma tre sessioni di prove libere e le qualifiche, mentre nella giornata di giovedì non sono previste attività per i tifosi.

A cantare l’Inno Nazionale Italiano, che darà inizio al Gran Premio, sarà la straordinaria voce di Andrea Bocelli, la cui esibizione sarà incorniciata da uno schieramento d’eccezione, con le monoposto e i piloti fermi in griglia di partenza davanti al caloroso pubblico del Tempio della Velocità. Al termine dell’Inno di Mameli le Frecce Tricolori faranno poi un sorvolo congiunto con l’Airbus A350 Enzo Ferrari di ITA Airways sopra la pista, regalando uno spettacolo inedito.

La tre giorni sarà inoltre scandita dall’alternarsi sul podio di alcuni artisti italiani e internazionali, le cui performance live saranno trasmesse all’interno di tutto l’Autodromo dai maxischermi lungo la pista. In particolare, venerdì 9 settembre Andrea Obiso farà risuonare le dolci note del suo violino, seguite dalla strepitosa “black soul” di Sherol Dos Santos e dall’esibizione dei deejay Vinai. Sabato 10 settembre sarà invece il DJ e trombettista australiano Timmy Trumpet ad animare il circuito, mentre il giorno della gara – dopo la cerimonia di premiazione – salirà sul podio Mara Sattei.

Autodromo Nazionale Monza: l’attenzione all’ambiente

Un’importante caratteristica che rende unico l’Autodromo Nazionale Monza è il parco in cui è ospitato. Il circuito si trova infatti all’interno del Parco di Monza, uno dei parchi cintati più grandi d’Europa. Per questa ragione, l’attenzione all’impatto ambientale delle gare e di tutti gli eventi che il Tempio della Velocità pianifica nei suoi spazi riveste una particolare importanza.

Attenti al concetto di “green”, gli organizzatori delle competizioni sportive in Autodromo hanno sempre dimostrato che si possono realizzare gare e altre manifestazioni limitando gli impatti ambientali. Inoltre, Automobile Club d’Italia, SIAS SpA e Regione Lombardia si sono sempre dimostrati attenti alla salvaguardia degli alberi del Parco di Monza, implementando progetti di riforestazione e riqualificazione dell’area forestale che abbraccia lo storico circuito brianzolo. Ultimo in ordine di tempo, un progetto finanziato da Regione Lombardia che prevede l’impiego di 160 mila euro per interventi mirati in zone specifiche del Parco di Monza, con la piantumazione di migliaia di nuovi alberi.

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: