Coronavirus: una donna è morta a Siracusa, salgono a tre. Dati in aumento

Coronavirus: una donna è morta a Siracusa, salgono a tre. Dati in aumento

SIRACUSA – Una donna di Siracusa è l’ultima vittima del coronavirus in Sicilia, la terza in provincia di Siracusa dopo l’anziano di Sortino e il presidente del parco archeologico Calogero Rizzuto. La donna, di 51 anni, era in terapia intensiva all’ospedale Umberto I, era stata sottoposta a tampone e risultata positiva al covid-19 e lavorava a stretto contatto con il presidente Rizzuto. Questo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato alle ore 12 di oggi (mercoledì 25 marzo), in merito all’emergenza #Coronavirus, così come comunicato dalla Regione Siciliana all’Unità di crisi nazionale. Dall’inizio dei controlli, i tamponi validati dai laboratori regionali di riferimento sono 8.374. Di questi sono risultati positivi 994 (148 più di ieri), mentre, attualmente, sono ancora contagiate 936 persone (+137 rispetto a ieri). Sono ricoverati 399 pazienti (50 a #Palermo, 126 a #Catania, 91 a #Messina, 1 ad #Agrigento, 17 a #Caltanissetta, 53 a #Enna, 17 a #Ragusa, 22 a #Siracusa e 22 a #Trapani) di cui 80 in terapia intensiva, mentre 537 sono in isolamento domiciliare, 33 guariti e 25 deceduti (1 ad Agrigento, Messina, Palermo e Siracusa, 2 a Caltanissetta, 6 a Enna e 13 a Catania). Si precisa che, da oggi, il report relativo ai decessi fa riferimento alla provincia della struttura ospedaliera nella quale è avvenuta la scomparsa e non al luogo di residenza.

Commenti Facebook

Redazione

WhatsApp chat