Consiglio comunale Lentini per la prima volta una donna eletta presidente

Consiglio comunale Lentini per la prima volta una donna eletta presidente

LENTINI – Dopo il nulla di fatto del primo consiglio comunale di Lentini che si è svolto lunedì scorso dopo l’elezione delle amministrative del 10 e l’11 ottobre e il mancato accordo all’interno della maggioranza politica per scegliere il presidente, ieri sera, il parlamentino lentinese si è espresso eleggendo il suo presidente. E per la prima volta si tratta di una donna la consigliera della lista civica “Francesca Reale Sindaco” la professoressa Silvana Bosco Santocono, docente presso l’Istituto per i Servizi Enograstronomici e Alberghieri “Moncada” di Lentini. La neo presidente è stata eletta con la maggioranza 9 voti arrivati dalla sua lista e dalle liste “Lentini Operosa” e “Patto per Lentini Lo Faro Sindaco”, mentre sette voti ha ottenuto il suo diretto concorrente Efraim Sanzaro della lista “Lentini Operosa” che ottiene i voti dell’opposizione. Dopo l’elezione la neo presidente Silvana Bosco Santocono si siede sulla poltrona più alta all’interno del consiglio comunale. “Sono emozionata – ha detto – commossa e onorata di sedere su questo scranno più alto. Ringrazio tutti i consiglieri che mi hanno votato. Non sono una oratrice e sarò a presidente di tutti”. A questo punto scende della presidenza è stringe la mano ai consiglieri di minoranza. Un gesto che viene subito apprezzato da tutto il consiglio comunale e dal pubblico con un applauso. Dopo l’insediamento a prendere la parola è il consigliere della lista civica “Lentini Operosa” Ciro Greco che lancia un segnale positivo e di distensione offrendo ai consiglieri di minoranza la vice presidenza. Il consigliere Alessandro Vinci della lista “Ora” ringrazia e a nome della minoranza rigetta la proposta. La maggioranza è implosa – ha detto – già dalla prima seduta. Avete effettuato già un mini rimpasto a distanza di appena un mese dalle elezioni, sostituendo un assessore”. Anche l’ex sindaco Saverio Bosco ringrazia della proposta restituendo la vice presidenza alla maggioranza. A questo punto la maggioranza, per bocca del consigliere Ciro Greco, chiede la sospensione del consiglio. Al ritorno la maggioranza propone alla vice presidenza, il consigliere Luigi Campisi della lista L’altra Lentini, sostenitrice in campagna elettorale della candidatura a sindaco di Stefano Battiato. Ma i voti, anche in questo caso, sono sempre nove e non dieci. Il neo vice presidente Luigi Campisi è sorpreso, non tanto perché era stato già contattato per chiederne la disponibilità, accetta la carica e offre piena collaborazione, ma assicura opposizione ferma su tutti gli atti per “il bene della città”. Il consiglio comunale continua con l’intervento del consigliere comunale Ciro Greco. “Mi auguro – ha detto – che tutti noi possiamo avere chiaro l’impegno per cui siamo stati eletti, ovvero fare l’interesse della collettività, al di sopra delle nostre posizioni, delle nostre ideologie. Dobbiamo trasformare questo luogo in un luogo di apertura verso la città, un luogo di confronto e non di scontro, di proposte e idee da sottoporre all’attenzione dell’esecutivo”. Poi l’intervento dell’ex sindaco Saverio Bosco “Con la distribuzione delle deleghe agli assessori adesso finalmente conosciamo chi si dovrà occupare di rifiuti, bilancio, lavori pubblici, cultura – ha detto – , temi sui quali, ne sono certo, nascerà un sano confronto in aula per affrontare problemi ed emergenze che in questi anni hanno rappresentato una grande sfida per la città. Il sindaco e la sua amministrazione – ha detto Saverio Bosco – non può farea meno del ruolo della minoranza che ha un peso elettorale non indifferente citando i quattro consiglieri comunali più votati della città, Giuseppe Vasta, Alessandro Vinci, Diletta Pericone e Davide Marchese. L’amministrazione Lo Faro ha adesso la possibilità di realizzare tutto ciò che hanno annunciato in campagna elettorale e risolvere tutte le criticità utilizzate per abbattere elettoralmente il nemico. Adesso possono dimostrare di “sapere saltare”. A differenza di chi ci ha preceduto all’opposizione, non tenteremo di far inciampare l’amministrazione per impedirle di governare, abbiamo a cuore la città e non faremo opposizione sterile. Ma essere concilianti non significa essere fessi». E rivolto al neo sindaco: “Vi lasceremo saltare”. Poi l’intervento della consigliera Mara Grazia Culici della lista “Patto per Lentini. Lo Faro Sindaco” comunica l’arrivo di un richiamo della Corte dei Conti in merito alla mancata redazione e pubblicazione della relazione di fine mandato, la cui predisposizione spetta al responsabile del servizio finanziario, o al segretario generale, e al sindaco non oltre il sessantesimo giorno antecedente la data di scadenza del mandato. Poi l’intervento del sindaco Rosario Lo Faro che ufficializza la distribuzione delle deleghe assessoriali e a seguire il giuramento davanti al consiglio comunale.

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: