Vai alla barra degli strumenti

Catania, Domenico Interdonato ricofermato presidente Ucsi Sicilia per il quadriennio 2020/2024. Eletto il nuovo consiglio regionale e i delegati al congresso nazionale.

Catania, Domenico Interdonato ricofermato presidente Ucsi Sicilia per il quadriennio 2020/2024. Eletto il nuovo consiglio regionale e i delegati al congresso nazionale.

CATANIA – Il giornalista messinese Domenico Interdonato,60 anni, è stato riconfermato al vertice dell’Ucsi Sicilia. La sua elezione è arrivata a seguito del voto per il rinnovo del Consiglio direttivo e con l’attribuzione delle cariche all’interno della prima riunione del direttivo, che ha riconfermato con voto unanime il presidente uscente. L’assemblea elettiva si è svolta, secondo le disposizioni sanitaria al contrasto del Coronavirus, nello spazio esterno dell’Istituto “Ardizzone Gioeni” di Catania. L’Assemblea è stata aperta dalla celebrazione Eucaristica presieduta dal Consulente Ecclesiastico don Paolo Buttiglieri. L’assemblea elettiva, presieduta da Giuseppe Adernò, è stata aperta dal presidente uscente Domenico Interdonato e i saluti del presidente dell’Assostampa Sicilia Alberto Cicero, mentre il segretario regionale Roberto Ginex e il presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia Giulio Francese hanno inviato un messaggio. A portare i saluti della presidente nazionale Vania De Luca è stato il componente della Giunta Nazionale Salvatore Di Salvo, il quale ha letto il messaggio che è stato inviato ai soci dell’Ucsi Sicilia. “In questi tempi non facili per nessuno la nostra Ucsi sta mantenendo viva la sua rete in tutta Italia in tutti i modi possibili – scrive nel messaggio la presidente nazionale Vania De Luca – compresa la celebrazione delle assemblee regionali per indicare i delegati al prossimo Congresso nazionale, che contiamo di celebrare entro la prossima primavera, nelle forme che saranno consentite da questa pandemia terribile. Il mio ringraziamento al presidente Interdonato, al consulente don Paolo e al direttivo Ucsi Sicilia che non ha mai trasformato il distanziamento fisico in distanziamento sociale. Il mio augurio a tutti voi con le parole scelte da papa Francesco per il messaggio per la giornata delle comunicazioni sociali 2021: “Vieni e vedi”. I due verbi citati nel Vangelo di Giovanni riguardano l’annuncio cristiano, reso possibile a partire da una presenza, da un’esperienza personale e diretta, ma dicono qualcosa anche del modo di fare, da sempre, un’informazione corretta: farsi presenti lì dove i fatti accadono, vedere con i propri occhi, rendersi conto, raccontare fatti e notizie in maniera credibile, essendone testimoni e interpreti. Il messaggio del Papa per la giornata delle comunicazioni 2020 richiamava alla necessità di una narrazione umana, che «nella confusione delle voci e dei messaggi che ci circondano (…) riveli l’intreccio dei fili coi quali siamo collegati gli uni agli altri». L’isolamento forzato non ha spezzato quei fili, ma al contrario ha rafforzato i legami e le cose che contano, facendoci sentire in maniera ancora più forte che “siamo tutti sulla stessa barca”. Vero anche guardando alla nostra Ucsi. L’enciclica Fratelli Tutti avverte che «il cumulo opprimente di informazioni che ci inonda non equivale a maggior saggezza», e suggerisce che «una via di fraternità, locale e universale, la possono percorrere soltanto spiriti liberi e disposti a incontri reali». Questo è anche il mio augurio per l’Ucsi Sicilia: che possa fraternamente costruire percorsi di condivisione, guardando ai giovani e alle potenzialità di una terra bellissima”. Poi l’intervento del consigliere nazionale Gaetano Rizzo che ha ripercorso il lavoro svolto in questi anni a livello nazionale. A seguire la relazione conclusiva del presidente uscente Domenico Interdonato e gli interventi di Peppino Vecchio, Salvatore Di Salvo, Pucci Parisi, Sandro Cuzari. A seguire l’elezione del nuovo consiglio direttivo che rimarrà in carica per il quadriennio 2020/2024. Il consiglio, presieduto dal consigliere anziano Sandro Cuzari, ha anche assegnato le cariche regionali Presidente Domenico Interdonato, Vice presidente è stata eletta Rossella Iannello, Segretari Laura Simoncini e Adele Di Trapani, Tesoriere Angelo Di Tommaso. Consiglieri Mario Agostino, Sandro Cuzari, Enzo Caruso, Santa Folisi, Salvatore Pappalardo. Primi dei non eletti Rosaria Landro e Andrea Miccichè. Al consiglio regionale fanno parte di diritto il Consulente Ecclesiastico don Paolo Buttiglieri e i presidenti provinciali di Messina (Laura Simoncini), Patti (Domenico Pantaleo), Enna (Renato Pinnisi), Catania (Giuseppe Adernò), Siracusa (Salvatore Di Salvo), Palermo (Michelangelo Nasca), Caltanissetta (Fiorella Falci) e Acireale (Antonio Foti). I congressisti hanno eletto gli undici delegati che parteciperanno al Congresso nazionale che sono: Domenico Interdonato, Salvatore Di Salvo, Gaetano Rizzo, Giuseppe Adernò, Rossella Jannello, Laura Simoncini, Domenico Pantaleo, Antonio Foti, Michelangelo Nasca, Fiorella Falci, Mario Agostino. Supplenti: Paola Altomonte, Salvatore Catanese, Renato Pinnisi. L’assemblea ha eletto, infine, il collegio dei Garanti Ucsi Sicilia: Tommasa Siragusa, Anna Franchina, Pierangela Cannone. Supplente: Antonio Morreale. I delegati, i consiglieri regionali e il componenti del collegio garanti sono stati eletti, per acclamazione.
“Diamo il via alla continuazione del cammino di condivisione e partecipazione – ha detto il presidente dell’Ucsi Sicilia Domenico Interdonato – insieme a una squadra di persone dalle spiccate doti umane. Sono certo di come tutti sapranno dare testimonianza dell’esperienza cattolica in un mondo dell’informazione che vive uno dei suoi momenti più difficili. Una squadra fresca, composta da persone giovani e professionisti seri e preparati. Persone capaci di raccontare davvero il territorio”.

Commenti Facebook

Redazione

Redazione

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: