Carlentini, domani al plesso del Carmine Costanza DiQuattro presenta “Giuditta e il monsù”. Iniziativa promossa dalla Pro Loco

Carlentini, domani al plesso del Carmine Costanza DiQuattro presenta “Giuditta e il monsù”. Iniziativa promossa dalla Pro Loco

CARLENTINI – Domani, venerdì 22, alle 18, nella sala conferenze del plesso del Carmine in piazza Francesco Crispi, Costanza DiQuattro, dialogherà con il giornalista Salvatore Di Salvo i presentando “Giuditta e il monsù” (Baldini & Castoldi, 2021). L’iniziativa è promossa e organizzata dalla Pro Loco Ets di Carlentini, con il patrocinio gratuito dell’amministrazione comunale di Carlentini guidata dal sindaco Giuseppe Stefio, dall’Ente Pro Loco Italiane, da Radio Una Voce Vicina InBlu. La presentazione del libro è stato inserito tra gli incontri letterari e inserita nel progetto “Eplibriamoci”, che l’Ente Pro Loco Italiane, diretta da Pasquale Ciurleo (di San Giorgio Morgeto), ha elaborato in occasione della Giornata Mondiale del Libro e del diritto d’autore, fissato dall’Unesco il 23 aprile di ogni anno. La presentazione del libro sarà aperta con i saluti del presidente della Pro Loco di Carlentini Amedeo Seguenzia. Il romanzo Giuditta e il monsù: Ibla, 1884. A Palazzo Chiaramonte, una notte di maggio porta con sé due nascite anziché una soltanto. Fortunato, abbandonato davanti al portone, e Giuditta, l’ultima femmina di quattro sorelle. Figlia del marchese Romualdo, tutto silenzi, assenze e donne che non si contano più, e di sua moglie Ottavia, dall’aria patibolare e la flemma altera, è proprio lei a segnare l’inizio di questa storia. Lambendo cortili assolati e stanze in penombra, cucine vissute ed estati indolenti, ricette tramandate e passioni ostinate, il romanzo si spinge fin dove il secolo volge, quando i genitori invecchiano e le picciridde crescono. L’autrice Costanza DiQuattro è nata a Ragusa, nel 1986. Dopo la laurea in Lettere moderne all’Università di Catania, manifesta una forte passione per il mondo del teatro, dello spettacolo, del costume e della società diventando presto, su questi argomenti, una preziosa collaboratrice per “Il Foglio” e alcune testate on-line siciliane. I suoi romanzi sono pubblicati da Baldini+Castoldi. L’accesso è gratuito, con obbligo di esibizione del green pass rafforzato e di indossare una mascherina FFP2. Il secondo appuntamento è fissato per il 6 maggio con il Sorriso della Vittoria di Antonino Marino. Il 25 Maggio, invece, sarà la volta del romanzo di Rosa Maria Di Natale dal titolo “ul silezio dei giorni”. Gli incontri letterali, inseriti in un percorso culturale avviato dalla Pro Loco con il sostegno di tre sponsor e la libreria Amore di Lentini, ha come liet movit il “gusto di leggere un libro”.

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: