Bruno Marziano, ex assessore regionale all’Istruzione interviene in merito allo sciopero degli insegnanti delle scuole dell’infanzia e primaria.

Bruno Marziano, ex assessore regionale all’Istruzione interviene in merito allo sciopero degli insegnanti delle scuole dell’infanzia e primaria.

image_pdfPDFimage_printPrint

SIRACUSA – “Ora gli insegnati delle scuole per l’infanzia ed Elementari  sono in sciopero. Perché una sentenza del Consiglio di Stato ha annullato loro l’Abilitazione all’insegnamento, dopo che hanno insegnato per decenni!”. Lo ha detto l’ex assessore regionale all’Istruzione e all’Università Bruno Marziano in riferimento allo sciopero generale degli insegnati attuato oggi, al rientro dalle vacanze natalizie. “Le sentenze vanno rispettate, ma non c’è dubbio che ad esse si può porre rimedio se la politica -ha detto –  trova percorsi per sanare una situazione incresciosa. Si facciano corsi-concorsi o altre forme di sistemazione, ma si facciano !Non è accettabile che 40 mila persone perdano un diritto  dopo aver lavorato per tanti anni. Non è pensabile che possano tornare  ad un disagio psicologico e personale perché viene a mancare un titolo, per altro per tanto tempo riconosciuto. È indispensabile che insegnanti che stanno alla base del percorso  formativo nel nostro paese tornino  ad esercitare il loro diritto.Non so quale possa essere la soluzione ma mi auguro  che in primo luogo il Governo e le forze politiche  trovino al più presto questa soluzione”.

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: