ATTIVAZIONI EMOTIVE

ATTIVAZIONI EMOTIVE

PDFPrint

Vado sempre a mille. Sono sempre a mille. Mille emozioni, mille stati d’animo. Mille umori contrastanti. Sensibile, anzi di più, e tanto tanto cuore. 

Un bene? Sì per il cuore, tant’è che per me è impossibile andare controcuore (anche se in alcuni casi…!).

No per la mente: tanto da ritrovarmi spesso ad attraversare fasi acute di attivazione emotiva

Momenti in cui, nell’arco della giornata, mi capita di essere totalmente immersa in un’esperienza emotiva capace di coinvolgermi, talmente tanto, da togliermi il fiato

 

Ecco perchè spesso, mi ritrovo ad essere razionale. Ecco perchè spesso mi ritrovo ad indossare la mia corazza di indifferenza. Così come il gioco psicologico del covid. 

Una psico-pandemia causata dal lockdown che ha portato, gran parte della popolazione mondiale ad avere disagi psicologici e problemi cognitivi. 

 

E per ritrovare il senso di quel BenEssere che tanto predico? 

Ritorno subito sul “pezzo”. Ritorno sul Qui e Ora e lo faccio materialmente. Cosa faccio? Vado in bagno e inumidisco i polsi o il collo, così da rendermi conto del momento presente (nè passato, nè futuro!) in cui mi trovo. 

Infatti, riportarsi al presente è un esercizio tanto semplice quanto fondamentale. Personalmente, molto spesso, mi ha aiutata a sganciarmi dal pensiero irreale in cui ero totalmente assorbita. 

Affinché si riesca a rientrare a vivere appieno la realtà e il contesto in cui ci si trova, è necessario l’utilizzo dei cinque sensi.

Attivare i nostri organi di senso e servirsi della corrispondenza, quindi, dei cinque sensi (occhi e vista, orecchie e udito, bocca e gusto, naso e olfatto, pelle e tatto) e attiva, in ognuno di noi, un meccanismo utilissimo per riportarci all’esperienza reale e sganciarci dall’irreale. 

E’ anche vero però che, un momento di down, un pensiero negativo o una caduta possono nello stesso momento in cui ci focalizziamo sul presente, rappresentare un’opportunità di nascita. 

E quindi, nell’azione nuova, una nuova possibilità. Ecco che così si forma un pensiero costruttivo. Un pensiero di BenEssere

 

Ed io credo fermamente che in fondo, ognuno di noi, è come una sorta di tela al vento: una sorta d’ impronta in continua metamorfosi. Quindi predisposta al cambiamento, così come la vita che scorre senza essere mai la stessa.

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
Exit mobile version