Asd Città di Siracusa, buon pari, ieri ,  a Ragusa Montagno evita la sconfitta su rigore

Asd Città di Siracusa, buon pari, ieri , a Ragusa Montagno evita la sconfitta su rigore

PDFPrint

Ragusa Calcio               1

Asd Città di Siracusa     1

 

Ragusa: Di Martino, Marfella (23’st Messina), Trentacoste (23’ st De Rios), Floro, Miano, Sferrazza, Battaglia, Abdulkarim, Randis (36’ st Borrometi), Grasso (43’ st Camuti), Cacciola. All. Puma

Asd Città di Siracusa: Ferla, Puzzo, Magro (15’ st Mascara), Schisciano, Giordano, Longo, Montagno, Sciacca, Celin, Pepe (8’ st Pepe), Ricca (15’ st Midolo P.). All. Mascara.

Arbitro: Buzzone di Enna. Assistenti: Sorace di Catania e Florio di Agrigento.

Reti: 30’ pt Floro Valenca, 33’ st Montagno rig.

Note: Presenti circa 500 spettatori, una quarantina dei quali nel settore ospiti. Ammoniti Trentacoste, Miano, Floro Valenca, Messina, Puzzo, Schisciano, Celin, Ricca. Espulso Miano per doppia ammonizione. Recupero 1’ e 6’.

 

Il Siracusa conquista il secondo pareggio consecutivo, fermando sull’1-1 la capolista Ragusa. Su un campo difficile un punto che fa morale contro una squadra di grande valore. Ottimo secondo tempo degli ospiti dopo una prima frazione decisamente opaca. Aretusei in maglia rossa e con uno degli ultimi arrivati, Longo, titolare al fianco di Giordano al centro della difesa. In mezzo al campo torna Sciacca dopo lo squalifica, mentre in avanti Montagno e Pepe agiscono ai fianchi di Celin. Avvio di gara a ritmi bassi con i padroni di casa che fanno la partita, rendendosi pericolosi solo in una circostanza con Grasso (tiro a giro fuori) prima del gol, realizzato alla mezz’ora da Floro Valenca. Il centrocampista locale sfrutta una punizione dalla media distanza di Grasso e, di prima, batte Ferla dal centro dell’area di rigore. Tre minuti dopo il portiere ospite si oppone ad un tiro ravvicinato di Abdulkarim. Aretusei mai pericolosi in avanti, neanche sugli sviluppi delle poche punizioni conquistate nei pressi dell’area di rigore avversaria. Da segnalare solo una conclusione a lato di Montagno nei minuti iniziale di poco a lato.

Minuti iniziali della ripresa senza emozioni, poi al quarto d’ora Ferla è ancora protagonista sulla conclusione dal limite di Cacciola, alzata con la mano di richiamo oltre la traversa. Sul corner seguente, a lato il colpo di testa del difensore Miano. Entrano Marcello Mascara e Paolo Midolo e il Siracusa si riversa in avanti alla ricerca del gol. Al 21’ Celin fallisce il pareggio provando un pallonetto da due passi, palla alta. Al 25’ Schisciano calcia dal limite ma allarga troppo la mira. Il Siracusa continua a premere e al 33’ si guadagna un rigore per un fallo di mani in area. Dal dischetto Montagno non sbaglia. Al 35’ Miano viene espulso per doppia ammonizione. Al 48’ Mascara di testa manda alto di poco. Finisce in parità e per gli azzurri è un punto importante.

 

 

 

 

 

 

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
Exit mobile version