Ana Mena: “Mamma mi ha fatto conoscere il flamenco, papà la musica italiana”

Ana Mena: “Mamma mi ha fatto conoscere il flamenco, papà la musica italiana”

In un incontro con la stampa Ana Mena ha parlato della sua partecipazione alla 72° edizione del Festival di Sanremo con “Duecentomila Ore”, brano scritto a sei mani da Rocco Hunt, Zef e Federica Abbate: “Seguo Sanremo da un bel po’ e, a dir la verità, ci provo da qualche anno”.

La canzone si caratterizza per una melodia malinconica, in contrasto con una base molto sensuale, e racconta di un amore che nasce e finisce in pochissimo tempo: “Duecentomila Ore è una di quelle canzoni che ti entra subito in testa e che, allo stesso tempo, sa emozionarti”.

Nella serata dedicata alle cover, ad accompagnare Ana Mena sul palco dell’Ariston ci sarà Rocco Hunt che, insieme all’artista spagnola, interpreterà “Il Mondo”, “Figli delle Stelle” e “Se Mi Lasci Non Vale”: un medley che celebra la grande musica italiana e che desidera unire più generazioni. “Devo a mio padre l’amore per la musica italiana”, chiosa Ana. E aggiunge: “Mamma mi ha fatto conoscere il flamenco; papà invece mi faceva ascoltare Mina, i Matia Bazar e i Ricchi e Poveri”.

Ana Mena ha poi annunciato la pubblicazione di due nuovi album, uno in spagnolo ed un altro interamente in italiano. Il desiderio è quello di mostrare nuove sfumature, facendo emergere una parte di Ana un po’ più intima e ‘seria’: “Potrebbe sorprendere. Sicuramente vedrà la luce quest’anno e ci saranno tantissime sorprese”.

Ana Mena
Sleeve.indd
Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: