ALBERTO “CARAMELLA” FOA’ PRESENTA “BASTA UNIRE I PUNTINI”

ALBERTO “CARAMELLA” FOA’ PRESENTA “BASTA UNIRE I PUNTINI”

PDFPrint

Basta Unire i Puntini” è il primo album da cantautore del paroliere Alberto “Caramella” Foà, scritto e composto durante il primo lockdown insieme al musicista Massimo Germini e in uscita sabato 20 marzo. Un disco a forma di disco che, per scelta dell’autore, sarà disponibile soltanto su Amazon e in alcuni  negozi scelti dallo stesso Foà. Il concept album non sarà, dunque, disponibile in formato digitale e rappresenterà una vera e propria sfida per le nuove generazioni la cui fruizione della musica è sempre più distratta, veloce e digitale. D’altronde, come ammette lo stesso Alberto, “Basta Unire i Puntini” è un album concepito alla vecchia maniera: 14 brani più una ghost track per raccontare di passioni e di emozioni, di fiabe e di verità. E dentro c’è tutta l’arte, la passione e l’amicizia di straordinari musicisti che hanno lavorato al fianco di Foà facendo di “Basta Unire i Puntini” un album interamente suonato e del tutto privo di suoni campionati.

La cover grafica del disco – interamente disegnata da Paolo Passoni – vede dei puntini che uniti formano “una costellazione-lazzo che va a catturare la luna”: un chiaro riferimento al celebre gioco della Settimana Enigmistica al quale Foà ammette di essersi ispirato. E aggiunge: “a differenza della Settimana Enigmistica dove il disegno è prestabilito, nella vita abbiamo la possibilità di scegliere quali puntini unire e soprattutto con chi”.

Nell’album, così come nella copertina, ci sono poi le grandi passioni di Alberto: prima fra tutte quella per i cavalli. E a questo proposito, il cantautore racconta che avrebbe voluto pubblicare l’album il giorno del compleanno di Primavera, una cavalla alla quale è particolarmente legato e a cui, tra l’altro, ha dedicato “Pry”, la ghost track. E così sarà dato che l’album uscirà proprio il 20 marzo.

Basta Unire i Puntini” è un album che celebra la bellezza e che parla d’amore, anche per gli animali. In questo album-zoo ci sono, d’altronde, i cavalli, un cane (Leo) e un’aquila…”Stavamo incidendo ‘Il Mio Cane’ nello studio di Lele Battista. Mentre registravamo le prime 14 tracce il cane di Lele è restato in silenzio. Durante ‘Il Mio Cane’, invece, ha iniziato ad abbaiare. Io non ho voluto cancellare la sua voce che canta. Il gioco consiste nel trovarla; è in puntino preciso del brano”.

Nell’album ci sono infine il mare, il cielo e il bosco. E ci sono i ricordi, che sono indistruttibili. “Mentre il futuro è un ipotesi ed il presente non esiste, i ricordi sono lì e ci coccolano”. E proprio ne “I Ricordi (Come Il Cielo) troviamo la voce di Bobo Craxi, compagno di scuola di Alberto, che non ha mai cantato ma che qui si ritrova a farlo perché in “Basta Unire i Puntini” canta un sacco di gente che non lo ha mai fatto.

Open chat
Ciao,
chiedici la tua canzone
Exit mobile version