Acireale, quasi settantaduemila spettatori hanno visto il più bel Carnevale di Sicilia

ACIREALE – Gli spettatori paganti al Carnevale di Acireale edizione 2019 sono stati 71.493 per un incasso di 327.826 euro, in linea con quelle che erano le previsioni della Fondazione limitatamente ai festeggiamenti invernali. Le analisi e gli studi comparati della vigilia erano stati eseguiti all’insegna della massima scrupolosità e senza lasciare alcunché al caso, da qui la piena rispondenza a quanto ipotizzato su ogni fronte dalla Fondazione. Un successo, questo, che si innesta nel successo più ampio relativo alla riuscita della manifestazione che, come viene unanimemente riconosciuto, ha compiuto l’agognato salto di qualità. La Fondazione, sia detto per inciso, non si è mai lasciata condizionare dagli scettici di professione e dalle Cassandre che prefiguravano chissà quali sciagure in relazione all’esito dell’evento. Questi, comunque, i numeri principali legati alla manifestazione:
1) Spettatori paganti 71.493
2) Incasso euro 327.826
3) Spettatori non paganti, in quanto residenti o titolari di diritto di ingresso 201.266 (per i quali la Fondazione ha emesso 30 mila abbonamenti a prezzo convenzionato a seguito di intese con la Siae, alla quale ha corrisposto le imposte concordate)
4) Totale spettatori 272.759
5) Fruitori della tribuna di piazza Indirizzo 2.293
6) Incasso tribuna piazza Indirizzo euro 6.879
7) Parcheggi: incasso in corso di definizione, in quanto la gestione è di competenza della Polizia municipale

Il sindaco, ing. Stefano Alì, a nome della cittadinanza, ha espresso un commento dai toni eloquenti che sottolinea la bontà e la valenza dell’opera svolta dalla Fondazione. “In questi giorni in giro per la città – ha osservato il sindaco Alì – ho ricevuto molti consensi. Molti acesi, per la maggior parte sconosciuti, hanno apprezzato la scelta di istituire il ticket e si sono congratulati per la manifestazione. Ho sentito anche parole di elogio da parte dei tanti turisti. Grandissimo merito va ai carristi per la qualità della loro realizzazione. Un profondo ringraziamento va alla fondazione, al direttore artistico ed all’ufficio turistico del Comune di Acireale. Un grazie a tutti i volontari ed a chi si è speso per la manifestazione. Gli aspetti più apprezzati sono la qualità dei carri, l’organizzazione, il livello degli spettacoli, il clima più “da famiglia” che si è venuto a creare attraverso una naturale selezione di chi non era realmente interessato all’evento. Di questo aspetto me ne hanno dato atto anche le forze dell’ordine. Vorrei anche ricordare alcune novità assolute: il carro per coinvolgere i diversamente abili, la tribuna in piazza indirizzo che ha consentito un modo nuovo di vivere il carnevale, anche su questa accuse terribili, quanto poi alla fine è risultata molto apprezzata, i gruppi mascherati al seguito dei carri, il carro RDS. L’apertura del museo del carnevale, il numero 0 della rivista del carnevale. Sono stati istituiti dei treni speciali ed un servizio bus navetta molto utile in concomitanza con gli spettacoli”.

Commenti Facebook